sabato 1 marzo 2014

Viaggiare

Un'altra mia passione di cui ho avuto poco modo di parlarvi, temporaneamente accantonata per ragioni di priorità 
ma mai sopita
 è quella dei viaggi..
Prima di avventurarci nell'impresa titanica di ristrutturazione della nostra cascina 
in effetti 
avevamo anche una vita in quel senso 
e abbastanza vivace..
mi sembra di ricordare.. 

Questo capitolo è  temporaneamente  in sospeso ;-D
non del tutto
perchè sarei disonesta 
ma in parte sì..
E' proprio di quel "non del tutto"
che vorrei parlarvi oggi
e dell'intenzione di creare delle raccolte monotematiche sui miei luoghi del cuore..
Comincerò con Roma,
destinazione per cui non servono parole,
e comporrò bacheche di appunti 
 in cui inserirò i miei posti preferiti e tutte le indicazioni che via via potranno essermi utili e come a me 
magari a chi di voi volesse scegliere 
le stesse mete..
I link relativi saranno a lato
e spero potranno costantemente arricchirsi 
di curiosità interessanti 
Inutile dire che
per questo
anche il vostro apporto 
sarebbe apprezzatissimo

In attesa di ritornarci
 ❤
AnnaP


mercoledì 5 febbraio 2014

Un'altra crostata...


❤❤❤

 Cenerentola tra i dolci
almeno per i puristi della pasticceria,
resta uno dei miei  preferiti..
 Golosa ma non amante di creme pannose
 la crostata mi appaga sempre 
senza stancare.
In fondo 
non ne avevo fatto mistero 
già in altri post...
Di questa versione mi piace tanto
 il matrimonio tra mela e amaretto
e soprattutto
l'effetto coreografico della decorazione
forse un pò laboriosa
ma d'impatto mooolto carino.
Mi sono ispirata ad mio pin 
dove 
23 modi diversi
 promettono di rendere una torta bella
 oltre che buona..
Provarli tutti sarà d'obbligo ;-D
 La base 
è quella che vi ho già proposto 
passo passo 
tempo fa
Dopo il necessario passaggio in frigo di almeno un'ora
la divido in due
e stendo la prima per il fondo 
 
©AnnaPaula


Poi la bucherello

©AnnaPaula

e passo l'uovo intero

come impermeabilizzare il fondo delle crostate con ripieno umido prima della cottura

per renderla impermeabile 
come già vi avevo consigliato
qui

A questo punto la cospargo 
di marmellata di albicocche 
(circa un vasetto da 250gr),
spolvero con amaretti sbriciolati grossolanamente (una decina)
e dispongo le mele 
(4 circa, io golden)
tagliate a fettine
a raggiera
coprendo completamente il fondo 

©AnnaPaula

Con l'altra metà della pasta stesa

©AnnaPaula

taglio strisce di circa un centimetro
le arrotolo a spirale su se stesse
e le dispongo sulla torta partendo dal centro
così
©AnnaPaula

fino a coprirla quasi tutta.

Io ho poi lasciato uno spazio ai bordi 
di tre centimetri circa
per rifinire con foglie
e con la pasta avanzata
ho messo al centro due fiori

©AnnaPaula
 voi fate quello che la fantasia vi suggerisce.
Consiglio vivamente 
un ulteriore passaggio in frigo 
perchè i decori mantengano bene la forma
e poi una cottura di 35/40' a 180°
 ❤
AnnaP 

Ps.Per colorare la pasta in cottura, mescolo un pò di latte al tuorlo dell'uovo,lo spennello sulla torta e poi spolvero con zucchero di canna

mercoledì 29 gennaio 2014

Pasta choux

 
©AnnaPaula

La ricetta è collaudatissima 
e super affidabile
d'altronde l'autore è Omar Busi
Il libro
"Profumi dal forno"
che ho grazie alla mia amica 
che me l'ha fatto scoprire,
lo tengo caro come si tengono i veri tesori..


Ingredienti
(per 100 pezzi ca)
300gr acqua
300gr burro fresco
5gr sale
300gr farina
500gr uova
io aggiungo la scorza grattata di un limone
non trattato e ben lavato
 
Procedimento
Metto a bollire acqua , burro e sale ( io nella planetaria KCC per comodità, per chi non l'ha, in pentola sul fuoco).
Al raggiungimento del bollore verso la farina e la scorza del limone, mescolando (vel. 1 di cottura o con cucchiaio di legno)ottengo un impasto simile ad una polenta soda che si dovrà staccare dalle pareti  sfrigolando.
A questo punto una planetaria normale ci facilita le operazioni ma per chi non l'avesse si continuerà con lo stesso pentolino.
Quindi ottenuta la polenta si allontana dal fuoco e si fa intiepidire girando un pò con il cucchiaio( in planetaria per qualche minuto con il gancio a foglia a velocità bassa)e si aggiungono le uova una per volta  incorporandole via via.
Poi si riempie una sacca da pasticcere (una grande o due più piccole per queste quantità)con bocchetta liscia, rigata o senza a seconda del risultato che si vorrà ottenere (a me servivano dei classici bignè tondi quindi l'ho usata senza).
Si formano su placche rivestite con carta forno e si cuociono a 190°/200° per 20'circa 
(nel caso in cui, si disponga di un forno combinato a vapore, si userà la funzione vapore delicato per 20'come ho fatto io). 
Una volta cotti vanno raffreddati e poi farciti a piacere.
Ideale sarà abbatterli in positivo e 
farcirli  
poi per conservarli a lungo,
abbatterli in negativo e trasferirli nel freezer.

in abbattitore©AnnaPaula 

per il decongelamento,
rigenerarli in frigo per una notte e servirli alla temperatura richiesta dalla ricetta.

I miei preferiti sono farciti allo zabaione con un bottoncino di glassa colorata in cima.
I vostri?

AnnaP.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...